Pane alla griglia

Domani è domenica e un sacco di voi, probabilmente faranno una grigliata.

Per stupire i vostri ospiti, vi consiglio di preparare questo pane. Ottimo con le carni, con i pesci, e con le verdure grigliate, ma perfetto anche per accompagnare insalate.

Impastate, 350 grammi di farina 1 con 150 grammi di farina 0, due cucchiai d’olio, 8 grammi di lievito di birra sciolto in acqua tiepida, un cucchiaino di zucchero e l’acqua necessaria ad ottenere un impasto morbido, ma asciutto, aggiungendo per ultimo due cucchiaini di sale.

Lasciate riposare, un paio d’ore, in modo che lieviti e raddoppi di volume.

Sgonfiate l’impasto, e ricavate tante palline dello stesso peso.

Stendetele col mattarello allo spessore di 3/4 mm, cercando di dare una forma circolare, aiutatevi con le mani nel caso, utilizzando lo stesso sistema che i pizzaioli usano per la pizza.

Cuocete sulla griglia calda, da entrambi lati, cercando di dare il segno geometrico, basta ruotare il pane di 90 gradi, vale anche per la carne e le verdure, fino a cottura.

Naturalmente è buono anche da solo o con affettati e formaggi.

Annunci

Risotto polpo e patate

Polpo e patate, sono un classico della nostra cucina, io ho aggiunto del riso e l’ho reso piatto unico.

Ho lessato il polpo, tutti sapete come si fa, per cui inutile dilungarmi e l’ho lasciato raffreddare nella sua acqua.

L’ho scolato e l’ho tagliato a pezzi , ne servono circa 50 grammi a persona e ho messo a bollire l’acqua.

Ho velato una casseruola d’olio e ho messo a rosolare, le patate tagliate a pezzetti e uno spicchio d’aglio. Anche per le patate calcolate 50 grammi a persona.

Ho eliminato l’aglio, ho unito il riso , calcolate circa 80 grammi a persona, ho lasciato che si tostasse e poi ho sfumato con vino bianco, ed ad alcol evaporato ho versato l’acqua di cottura del polpo in piena ebollizione.

Ho aggiunto ulteriore liquido, una volta che il precedente è stato assorbito, e dopo dieci minuti ho unito il polpo e ho portato il tutto a cottura.

A fuoco spento ho mantecato con olio evo , pecorino grattugiato e basilico. Per quattro persone calcolate due cucchiai di olio e 50 grammi abbondanti di formaggio.

Ho lasciato riposare coperto per un paio di minuti prima di servire.

Un po’ di pepe nero macinato al momento , ci sta bene,

Feta al forno

Semplice e gustosa, da servire con l’aperitivo

Tagliare la feta a fette, condirla con olio evo, olio piccante o pepe nero ed origano secco.

Passarla al grill qualche minuto o più semplicemente al forno microonde per un minuto e mezzo.

Ha un solo difetto, crea dipendenza.

Insalatona peperoni rucola e sgombri

Fresca e colorata.

Perdonatemi la parola INSALATONA, ma non ho resistito.

Ho abbrustolito i peperoni, uno giallo e due rossi, o forse era il contrario. E poi li ho messi tra due piatti in modo che col l’umidità rilasciata, la pelle potesse poi staccarsi facilmente.

Li ho spellati, ridotti in falde e li ho posti in una insalatiera.

Ho unito rucola, sgombri sott’olio e ho condito con sale, pepe, olio evo e basilico.

A me piace mangiarla come antipasto, ma in dose robuste può essere anche piatto unico.

Paccheri pomodoro e burrata

Un ottimo sugo di pomodoro, e la cremosità della burrata che si fondono creando una cremina deliziosa.

Madame Ispettrice, mercoledì sera mentre ero a Parigi, li ha ordinati in un ristorante e non essendo soddisfatta del loro risultato, ha voluto provare il mio. E io non potevo esimermi dall’accontentarla.

Come io faccio, il sugo di pomodoro, è noto, ma oggi voglio ricordarlo un altra volte, ma se voi preferite, farlo alla vostra maniera, fatelo pure.

Ho scaldato la padella, l’ho velata d’olio e ho messo in padella, due spicchi d’aglio e 500 grammi di pomodorini interi, lavati e asciugati.

Li ho cotti a fiamma viva per qualche minuto, in maniera che si ammorbidissero e si gonfiassero, e iniziassero a scoppiare.

Ho eliminato l’aglio, se brucia è terribile, per cui fate attenzione, e con l’aiuto di un pestacarne, li ho schiacciati per bene.

Ho salato, unito del basilico e cotto brevemente, fino a giusta consistenza.

Ho cotto i paccheri in acqua salata in piena ebollizione, li ho scolati, uniti al sugo e ho lasciato che si insaporissero per bene.

Li ho mantecati con del parmigiano, li ho posti nei piatti e ho completato con la burrata.

Semplicissimi e gustosissimi, e molto estivi.

Insalata di albicocche

Aprire un antipasto, con un insalata è considerato dai dietisti cosa buona, se è un insalata di frutta, diventa cosa buona e giusta.

Ho lavato le albicocche, e dopo averle denocciolate e tagliate a spicchi le ho grigliate.

Le ho poste in un insalatiera, ho unito un insalata mista e della feta e ho condito con sale, olio e poco aceto balsamico.

Semplice fresca e colorata.

Minestra di ceci neri con la pasta

Sono a Parigi, piove e fa freddo, per cui questa zuppa, che ho preparato almeno un paio di mesi fa , e che per qualche ragione non avevo postato, sarebbe l’ideale per scaldare le mie vecchie ossa.

I ceci neri sono una tipologia di ceci molto antica, tanto che le prime testimonianze della sua coltivazione risalirebbero all’età del bronzo. In ogni caso, antichi o no sono buonissimi. Si trattano come i ceci comuni, ma richiedono un ammollo di almeno 36 ore e una cottura più lunga.

Ho messo a bagno i miei ceci e li ho lasciati riposare circa due giorni, cambiando l’acqua una volta.

Ho preparato un trito grossolano di sedano, carota e cipolla, che ho fatto rosolare a fuoco basso per una decina di minuti, in una pentola velata d’olio.

La quantità di verdure, come le proporzioni tra le stesse sono soggettive, regolatevi secondo il vostro gusto.

Ho unito i ceci.

E ho lasciato insaporire a fiamma vivace, per qualche minuto.

Ho sfumato con vino bianco ed una volta che l’alcol si è evaporato ho coperto con acqua bollente.

Ho unito poco concentrato di pomodoro ,una crosta di parmigiano e ho cotto per un paio d’ore.

Controllate la cottura del cecio e nel caso prolungate la cottura, e alla bisogna aggiungete eventualmente acqua bollente.

Ho unito dei maltagliati, preparati con 100 grammi di farina 00 per ogni uovo, ho portato la pasta a cottura e ho lasciato riposare in paio di minuti prima di servire. I maltagliati, possono essere sostituiti da altri tipi di pasta non necessariamente all’uovo.

Ho inpiattato completando il mio piatto con un giro d’olio evo, pepe nero appena macinato e olio di peperoncino. Si sa a me piace piccante.